Riflessioni sull’ atto di indirizzo e sulla realtà della professione

In prima istanza l’Atto di indirizzo rimarca il fatto che in alcune regioni sono in corso da tempo processi innovativi di natura organizzativa che, di converso, a nostro avviso, nulla hanno a che vedere con le peculiarità di una professione basata su principi di etica e di cultura scientifica.
In buona sostanza il Medico della Cure Primarie sarà sempre meno “medico di famiglia” e sempre più strumento delle Regioni e della ASL il cui principale obiettivo è quello economico.

Leggi tutto

Valenza erga omnes degli accordi sindacali

Una recente sentenza della Corte di Cassazione (n. 12722 del 23 maggio 2013) torna a pronunciarsi su un tema di sempre più stringente attualità, in una fase - come quella odierna – in cui spesso le organizzazioni sindacali vengono chiamate a sottoscrivere intese che comportano sacrifici e, pertanto, risultano indigeste ad alcuni se non alla maggioranza dei lavoratori.

Approfondisci

Corte Costituzionale: la rappresentanza sindacale non è vincolata alla sottoscrizione del CCN

Anche i sindacati che non sottoscrivono il Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro hanno il diritto di partecipare alle trattative e agli accordi. E' quanto sancisce il pronunciamento del 3 luglio 2013 della Corte Costituzionale, che su ricorso della Fiom, ha dichiarato superato l’art. 19 dello Statuto dei Lavoratori che subordina la rappresentatività sindacale alla firma del CCNL.

Leggi tutto

Guardie medica - Ispezioni Lorenzin

Una triste statistica ufficiale collocherebbe il servizio di Guardia Medica (Continuità assistenziale) al primo posto di una infausta quanto triste graduatoria: quella dei deceduti per causa di servizio in ambito sanitario.
Il Ministro Lorenzin ( lo Stato!) annuncia ispezioni su tutto il territorio italiano per verificare le condizioni di lavoro e dei presidi presso i quali gli EROI DELLA SANITA’ ITALIANA SUBISCONO IL MARTIRIO DA... SEMPRE!

Approfondisci

Riscontro “aperto” alle dichiarazioni del dr. V. Boscherini

Come medico di Medicina generale da antica data, nonchè come ex-componente di parte sindacale della delegazione nazionale trattante ( ACN reso esecutivo con DPR 41/91), comefirmatario degli accordi regionali della Regione Puglia, come osservatore dei fenomeni normativi regionali conseguenti alla riforma del Capo V della Costituzione, nonchè come semplice cittadino, ritengo sia mio dovere esprimere alcune riflessioni in tema di diritto sanitario, di deontologia medica e di organizzazione dei servizi sanitari.
Dr. Antonio Chiodo

Continua a leggere...

Lettera aperta a F. Anelli su atto di intesa Toscana - 08-17

Carissimo Filippo,
ciò che accade in Toscana non può non interessarti, non solo per la tua carica di Vice segretario nazionale della FIMMG, di Presidente di Ordine dei Medici ovvero di dirigente e probabile futuro Presidente nazionale della FNOOM, ma soprattutto per la tua volontà nel ribadire i migliori principii di tutela della libertà e del prestigio della professione medica [http://www.improntaunika.it/2017/06/fnomceo-filippo-anelli-la-federazione-deve- tornare-ad-guida-riferimento-tutti-medici/ ].
Pertanto Ti propongo alcune riflessioni relative ad un documento della Toscana (allegato) affinchè anche Tu possa fare la tua parte nel porre freno all’utilizzo del MMG non come tutore della salute della popolazione assistibile, ma come garante delle risorse finanziarie della sanità pubblica; MMG peraltro richiamato più volte dalla giurisprudenza ad espletare la propria attività secondo regole di scienza e coscienza [ http://www.quotidianosanita.it/studi-e-analisi/articolo.php?articolo_id=17937].

Leggi la lettera

Inibitori di pompa - M. Cambielli

Gli Inibitori di Pompa Protonica (IPP) rappresentano la classe di farmaci tra i più prescritti nel mondo e, secondo il rapporto OSMED 2016; la più prescritta e venduta in Italia. Eppure non vi è accordo unanime sulla durata del loro uso prolungato o cronico, tanto che negli ultimi tre mesi sono stati pubblicati alcuni contributi che, sulla base dell’Evidenza, cercano di definire compiutamente il tema.

Approfondisci

Anzalone e libera professione

Roberto Anzalone, fondatore dello SNAMI e, forse, del sindacalismo medico autonomo ed indipendente, amava ribadire un concetto che, oggi più che mai, è attuale:
“Se lo Stato non ha i soldi sufficienti per finanziare l’ assistenza sanitaria e la nostra attività in particolare, ci dica con esattezza la sua disponibilità e noi daremo e faremo ciò che corrisponde alle risorse disponibili. Se non dovessero esse sufficienti, rinunceremo alla convenzione e passeremo alla libera professione che costituisce la vera natura giuridica e professionale della prestazione d’ opera intellettuale!”

Leggi tutto

Certificato riammissione a scuola

Spettabili Interlocutori Istituzionali.

Invio in allegato un documento la cui elaborazione mira soprattutto a sensibilizzare codesto Assessorato ad emanare le specifiche disposizioni di abrogazione del certificato di rientro a scuola per la popolazione scolastica interessata.
Ciò si rende necessario non solo per le motivazioni riportate nel medesimo documento allegato, ma soprattutto per sanare il rapporto conflittuale che si viene a determinare tra medici ed istituzioni scolastiche e/o genitori che, pur di far rientrare a scuola i propri figli ( talvolta assenti per cause diverse dalla malattia), “obbligano” il medico a redigere documenti per assistiti dei quali non sono stati preventivamente messi al corrente di alcuna patologia.
Inoltre i dirigenti degli istituti scolastici richiedono la certificazione a prescindere dal periodo di assenza ovvero anche per pochi giorni di presunta o vera malattia.
E’ evidente che il medico è in una condizione di disagio sia professionale, sia giuridico, sia etico, sia burocratico che rende ulteriormente complesso l’espletamento corretto della propria quotidianità.

In attesa di decisivo riscontro, ringrazio anticipatamente per la sensibilità.

Dr. Antonio Chiodo

Approfondisci

Dichiarazione dell’O.S. SNAMI, da porre a verbale della seduta del Tavolo Tecnico del 17/03/2017

L’Organizzazione Sindacale SNAMI, ha apprezzato, in ultimo nella seduta del Comitato Permanente Regionale del 23 febbraio scorso, la Sua disponibilità a condividere con le rappresentanze sindacali le iniziative di rimodulazione dell’organizzazione dei servizi sanitari regionali e pertanto aderisce all’invito di partecipare ai tavoli tecnici programmati per migliorare l’utilizzo degli strumenti informatici implementati nell’attività del sistema di emergenza territoriale senza preventiva condivisione sui tavoli istituzionali.

Leggi tutto

INAPPROPRIATEZZA PRESCRITTIVA

Non necessariamente il mancato raggiungimento di un obiettivo di spesa deve essere associato alla violazione delle norme del Codice deontologico o di quelle dell’ACN. Più precisamente,

Approfondisci

ATTIVITA’ DELLE SEZIONI PROVINCIALI

Sezione SNAMI di Bari
Sezione SNAMI di Brindisi
Sezione SNAMI di BAT
Sezione SNAMI di Foggia
Sezione SNAMI di Lecce
Sezione SNAMI di Taranto

Corriere Medico

Modulo d'iscrizione

Scarica il modulo d'iscrizione, compilalo e consegnalo agli sportelli preposti.

Login Form

Agenda Snami Puglia